Vulvodinia
Vulvodinia - Graziottin
Xagena Mappa
Tumore Mammella

Chirurgia di Mohs per la malattia di Paget genitale femminile


La malattia di Paget extramammaria spesso va incontro a recidiva dopo l'escissione chirurgica tradizionale.
La chirurgia a margine controllato migliora il tasso di recidiva per le malattie genitali maschili, ma è meno studiata per l’anatomia femminile.

Sono stati confrontati gli esiti chirurgici e oncologici della chirurgia con margini controllati rispetto all'escissione chirurgica tradizionale per la malattia di Paget genitale femminile.

È stato condotto uno studio osservazionale prospettico su pazienti con malattia di Paget vulvare o perianale trattati con escissione chirurgica guidata dalla chirurgia micrografica di Mohs tra il 2018 e il 2022.

Il protocollo multidisciplinare consisteva in biopsie ambulatoriali e chirurgia di Mohs modificata seguita da escissione chirurgica con chiusura della ferita sotto anestesia generale.
La chirurgia di Mohs modificata ha eliminato i margini della malattia periferica utilizzando una tecnica moat con colorazione a base di citocheratina 7.

I margini mediali della malattia ( clitoride, uretra, vagina e ano ) sono stati valutati utilizzando un ibrido di chirurgia di Mohs e sezioni congelate intraoperatorie.

Gli esiti chirurgici e oncologici sono stati confrontati con i risultati di una coorte retrospettiva di pazienti sottoposti a escissione chirurgica tradizionale.
L’esito primario era la sopravvivenza libera da recidiva ( RFS ) a 3 anni.

La sopravvivenza libera da recidiva a tre anni è stata del 93.3% per l'escissione guidata da Mohs ( n=24 ) rispetto al 65.9% per l'escissione tradizionale ( n=63 ) ( P=0.04 ).

Il diametro massimo del campione escissionale è stato simile tra i gruppi ( mediana, 11.3 vs 9.5 cm; P=0.17 ), ma le procedure ricostruttive complesse sono state più comuni con l'approccio guidato da Mohs ( 66.7% vs 30.2%; P minore di 0.01 ).

La clearance del margine periferico è stata universalmente ottenuta con la chirurgia di Mohs modificata, ma sono stati notati margini mediali positivi in ​​9 pazienti.
Le ragioni includevano il risparmio intenzionale d'organo e la scarsa performance delle sezioni intraoperatorie congelate con ematossilina - eosina senza citocheratina 7.

Le complicanze postoperatorie di grado 3 o superiore sono risultate rare ( 0.0% per l'escissione guidata da Mohs versus 2.4% per l'escissione tradizionale; P=0.99 ).

Il controllo del margine con la chirurgia di Mohs modificata ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da recidiva a breve termine dopo l'escissione chirurgica per la malattia di Paget genitale femminile.
L’uso sulle strutture anatomiche mediali ( clitoride, uretra, vagina e ano ) è impegnativo ed è necessaria un’ulteriore ottimizzazione per il controllo dei margini in queste aree.
L'escissione chirurgica guidata da Mohs richiede cure specializzate e collaborative e può essere eseguita al meglio presso centri di riferimento designati. ( Xagena2023 )

Bruce KH et al, Am J Obstet Gynecol 2023; 229: 660.e1-660.e8

Gyne2023 Onco2023 Chiru2023



Indietro