Vulvodinia Survey
Xagena Mappa
Tumore Mammella
Tumore Ovaie

Infiammazione e declino clinico dopo chemioterapia adiuvante nelle anziane con cancro al seno: Hurria Older Patients Prospective Study


Le sopravvissute al tumore al seno più anziane sono ad aumentato rischio di declino clinico dopo la chemioterapia adiuvante.
Uno studio ha valutato se i marcatori infiammatori presi in esame prima della chemioterapia adiuvante fossero associati al declino clinico indotto dalla chemioterapia in una popolazione di persone anziane in buona salute con tumore alla mammella.

In uno studio prospettico su donne di età maggiore o uguale a 65 anni con tumore mammario in stadio I-III trattate con chemioterapia, sono state misurate l'interleuchina-6 ( IL-6 ) e la proteina C-reattiva ( CRP ) pre-chemioterapia ( T1 ).
È stato valutato lo stato di fragilità, utilizzando l'indice DAI ( Deficit Accumulation Index; classificato come robusto, prefragile e fragile ), a T1 e post-chemioterapia ( T2 ).
La popolazione di interesse era costituita da donne con indice DAI robusto a T1.

L'esito primario era il declino indotto dalla chemioterapia nello stato di fragilità, definito come declino dell'indice DAI da robusto ( T1 ) a prefragile o fragile ( T2 ).

La regressione logistica multivariata è stata utilizzata per esaminare l'associazione tra i marcatori infiammatori e l'esito primario, aggiustato per le caratteristiche sociodemografiche e cliniche.

Delle 295 donne con indice DAI robusto a T1, 76 ( 26% ) hanno presentato un declino dello stato di fragilità indotto dalla chemioterapia, tra le quali il 66% aveva IL-6 alta, il 63% aveva alti valori di CRP e il 46% aveva alti valori di IL-6 e CRP a T1.

Dopo l'aggiustamento per le caratteristiche sociodemografiche e cliniche, le donne con livelli elevati di IL-6 e CRP avevano una probabilità superiore a 3 volte ( odds ratio, OR=3.52; P=0.003 ) di declino indotto dalla chemioterapia nello stato di fragilità rispetto alle donne con livelli bassi di IL-6 e CRP.

In questa coorte di donne anziane con tumore alla mammella in fase iniziale che erano clinicamente in forma prima dell'inizio della chemioterapia, livelli elevati di IL-6 e di CRP pre-chemioterapia sono stati associati al declino indotto dalla chemioterapia nello stato di fragilità indipendentemente dai fattori di rischio sociodemografici e clinici.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se i marcatori infiammatori possono fornire informazioni per approcci più personalizzati al trattamento delle sopravvissute più anziane al tumore al seno. ( Xagena2023 )

Ji J et al, J Clin Oncol 2023; 41: 307-315

Gyne2023 Onco2023



Indietro