OncoGinecologia
Tumore Ovaie
Tumore Mammella
Xagena Mappa

Recidiva di tumore al seno: riduzione del rischio di sviluppare il cancro al seno invasivo con Tamoxifene più soppressione ovarica, contro solo Tamoxifene


L’International Breast Cancer Study Group ( IBCSG ) ha presentato i risultati dello studio randomizzato di fase III SOFT al 2014 San Antonio Breast Cancer Symposium.
Lo studio SOFT ( Suppression of Ovarian Function Trial ) ha valutato il valore della soppressione ovarica nel ridurre le recidive di cancro al seno in donne giovani trattate con Tamoxifene, e ha valutato il ruolo dell’inibitore della aromatasi Exemestano ( Aromasin ) più soppressione ovarica in questa popolazione.
La soppressione ovarica è stata ottenuta mediante iniezioni mensili di Triptorelina ( Decapeptyl ) nell’arco di 5 anni nell’81% dei pazienti.

Il trattamento a base di Tamoxifene più soppressione ovarica ha ridotto il rischio relativo di sviluppare recidiva di cancro al seno invasivo del 22% nelle donne che non erano in menopausa dopo la chemioterapia, rispetto al trattamento con il solo Tamoxifene.
In media, le donne avevano 40 anni quando è iniziata la terapia ormonale dopo la chemioterapia.

Un'analisi secondaria ha rivelato che un ulteriore vantaggio potrebbe essere acquisito trattando queste donne con Exemestano più soppressione ovarica, che ha ridotto il rischio relativo di recidiva di cancro al seno del 35%, rispetto al solo Tamoxifene.

Lo studio SOFT ha arruolato più di 3.000 donne in premenopausa con carcinoma mammario con recettori ormonali positivi ( HR+ ) in stadio precoce e livelli di estradiolo nel range della premenopausa durante il periodo 2003-2011.

Il trattamento è durato 5 anni; le donne continuano ad essere seguite per tutta la vita per valutare la prognosi e gli effetti collaterali a lungo termine.
SOFT è stato progettato per valutare la capacità della soppressione ovarica nel ridurre le recidive di tumore al seno nelle donne giovani riceventi Tamoxifene, e di valutare il ruolo di Exemestano più soppressione ovarica nel trattamento di donne giovani.
Le donne in premenopausa con tumore alla mammella positivo per il recettore degli estrogeni e/o del progesterone, sono state assegnate in modo casuale al trattamento con il solo Tamoxifene per 5 anni, Tamoxifene più soppressione ovarica per 5 anni, oppure Exemestano più soppressione ovarica per 5 anni.

La Triptorelina, principio attivo di Decapeptyl, è un analogo decapeptide di GnRH ( ormone di rilascio delle gonadotropine ), un ormone secreto dall'ipotalamo, che stimola inizialmente il rilascio di gonadotropine ipofisarie che a loro volta controllano le secrezioni ormonali dei testicoli e delle ovaie.
La somministrazione della Triptorelina porta alla soppressione della attività di GnRH, causando menopausa nelle donne e castrazione ormonale negli uomini. ( Xagena2014 )

Fonte: Ipsen, 2014

Onco2014 Gyne2014 Farma2014


Indietro