Probiotici innovativi
OncoGinecologia
San Antonio Breast Symposium
ESG 2017

Sintomi acuti della menopausa in giovani sopravvissute alla malattia tumorale subito dopo la chemioterapia


Uno studio ha valutato la prevalenza dei sintomi della menopausa in giovani sopravvissute a malattia tumorale subito dopo il completamento della chemioterapia.

Lo studio prospettico di coorte ha seguito 124 giovani donne con una nuova diagnosi di cancro indicate per la chemioterapia per valutare i sintomi della menopausa prima del trattamento e immediatamente dopo il trattamento chemioterapico.
I sintomi sono stati confrontati prima e dopo il trattamento.
Il gruppo controllo era composto da 133 persone.

Le pazienti sottoposte a terapia antitumorale hanno riportato più sintomi menopausali, rispetto ai controlli prima dell'inizio di qualsiasi trattamento ( vampate di calore o sudorazioni notturne 33% vs 7%, p inferiore a 0.01, disturbi del sonno 57% vs 31%, p inferiore a 0.01, cefalea 50% vs. 35%, p = 0.02 e diminuzione della libido 36% rispetto al 16%, p inferiore a 0.01 ) e anche una maggiore prevalenza di sintomi immediatamente dopo la terapia antitumorale rispetto alla prevalenza pretrattamento ( sintomi vasomotori, p inferiore a 0.01, secchezza vaginale, p inferiore a 0.01, ridotta capacità di concentrazione, p inferiore a 0.01 e dolori muscolari, p = 0.01 ).

Le pazienti affette da tumore con più bassi livelli di ormone anti-mülleriano dopo il trattamento ( inferiore a 0.10 ng/mL ) avevano un aumentato rischio di sintomi vasomotori ( odds ratio, OR=2.2, p=0.04 ), sbalzi d'umore ( OR=2.4, p=0.03 ), sensazione di tristezza ( OR=2.2, p=0.04 ), disturbi del sonno ( OR=2.7, p=0.02 ) e diminuzione della libido ( OR=3.0, p=0.03 ) quando controllati per età e tipo di cancro, e l'incidenza di questi sintomi non è stata influenzata dall'uso di ormoni sistemici o di farmaci psichiatrici.
Anche la durata del trattamento, l'uso di agenti alchilanti, la radiazione pelvica e lo stato civile non erano associati alla prevalenza dei sintomi della menopausa.

In conclusione, le donne in premenopausa con una nuova diagnosi di cancro hanno più sintomi menopausali rispetto alle donne di età simile prima e dopo il trattamento del tumore, i cui effetti non sono mitigati dall'uso di ormoni sistemici.
La diminuzione dei livelli di ormone antimulleriano è risultata associata a una maggiore probabilità di riportare sintomi fisiologici dopo la terapia. ( Xagena2018 )

Cameron KE et al, Oncology 2018; Epub ahead of print

Gyne2018 Onco2018 Farma2018


Indietro