Vulvodinia
Vulvodinia - Graziottin
Tumore Ovaie
Xagena Mappa

Tecniche di ablazione endometriale di seconda generazione nella menorragia mestruale abbondante in sostituzione dell’isterectomia


Il Comitato del NICE ( National Institute for Clinical Excellence ) ha raccomandato l’utilizzo delle tecniche di ablazione endometriale di seconda generazione ( ablazione endometriale con palloncino termico e ablazione endometriale a microonda ) in sostituzione dell’isterectomia nelle donne con menorragia mestruale abbondante.

In Gran Bretagna nel periodo 2000-2001 sono state eseguite 47.000 isterectomie. In metà di queste , il motivo era da ricondurre a menorragia mestruale abbondante.

La mortalità riguardante l’intervento di isterectomia varia da 0,4 a 1,1 per 1000 interventi.

L’isterectomia richiede inoltre anestesia generale ed una permanenza in ospedale di almeno 7 giorni. Il recupero pieno può richiedere 1-3 mesi.

La causa della menorragia mestruale abbondante non è nota nella maggior parte dei casi.
Ci potrebbero essere alla base cause organiche strutturali come: fibroidi, adenomiosi, polipi, infezioni, condizioni pre-cancerose, o disordini ematologici.

L’obiettivo del trattamento della menorragia mestruale abbondante è quello di ridurre la perdita mestruale e migliorare la qualità della vita.

Il trattamento di prima scelta è rappresentato dalla terapia farmacologica.
I farmaci più comunemente usati sono l’Acido Tranexanico (un farmaco antifibrinolitico ), l’Acido Mefenamico ( un farmaco antinfiammatorio non steroideo ) e contraccettivi orali combinati.

Le linee guida del Royal College of Obstetricians and Gynaecologist ( RCOG ) raccomandano che il trattamento deve essere effettuato per almeno 3 cicli prima di prendere in considerazione altre opzioni.

Alcune volte prima di un intervento chirurgico viene impiantato un sistema intrauterino rilasciante Levonorgestrel.

Il trattamento chirurgico è riservato alle pazienti che non rispondono al trattamento farmacologico.

L’isterectomia (asportazione parziale o totale dell’utero) è il solo trattamento per la menorra gia mestruale abbondante che garantisca l’amenorrea, ma è associata a complicanze peri e post-operatorie , tra cui l’incontinenza ed altri problemi urinari, debolezza, infezioni, dolore pelvico e problemi sessuali.

Più di 20 anni fa sono state introdotte come alternativa all’isterectomia le tecniche di ablazione endometriali.
L’obiettivo di queste tecniche era quello di ridurre il sanguinamento mestruale ablando (asportando) l’endometrio e parte del miometrio mediante energia elettrica, termica o laser.

Le tecniche di ablazione endometriale di prima generazione tuttavia non erano prive di effetti indesiderati perioperatori ( es. perforazione dell’utero, emorragia ) con necessità , talvolta , di isterectomia d’urgenza.
La mortalità conseguente all’impiego delle tecniche di ablazione endometriale di prima generazione è risultata essere 0,26 per 1000 procedure.

Le tecniche di ablazione endometriali di seconda generazione sono state introdotte con l’obiettivo di semplificare, rendere più veloce e più efficace il trattamento rispetto alle tecniche di prima generazione.
Tra le tecniche di seconda generazione di maggior utilizzo ci sono l’ablazione endometriale termica ( TBEA ) e l’ablazione endometriale a microonde ( MRE ). ( Xagena2003 )

Fonte: NICE

Gyne2003


Indietro