Tumore Mammella
Tumore Ovaie
Xagena Mappa
OncoGinecologia

Linzagolix con e senza terapia ormonale aggiuntiva per il trattamento dei fibromi uterini sintomatici


I fibromi uterini sono comuni neoplasie non-cancerose che causano forti emorragie mestruali e altri segni.
Linzagolix ( Yselty ) è un antagonista orale del recettore dell'ormone di rilascio delle gonadotropine assunto una volta al giorno che sopprime in modo dose-dipendente gli steroidi gonadici e potrebbe ridurre i segni associati ai fibromi uterini.

Sono stati condotti due studi di fase 3 per confermare l'efficacia e la sicurezza di Linzagolix a dosi di soppressione completa ( 200 mg ) e parziale ( 100 mg ) con o senza terapia ormonale aggiuntiva ( 1 mg di Estradiolo e 0.5 mg di Noretisterone acetato ) rispetto al placebo per il trattamento dei fibromi uterini sintomatici.

PRIMROSE 1 e PRIMROSE 2 erano studi identici di fase 3, randomizzati, paralleli, in doppio cieco, controllati con placebo, della durata di 52 settimane, condotti in cliniche negli Stati Uniti ( PRIMROSE 1 ) e in Europa e negli Stati Uniti ( PRIMROSE 2 ).

Le donne idonee con sanguinamento mestruale pesante associato a fibroma uterino ( perdita di sangue mestruale superiore a 80 ml per ciclo ) sono state assegnate in modo casuale a uno di cinque trattamenti in cieco: placebo, 100 mg di Linzagolix al giorno da solo, 100 mg di Linzagolix al giorno con terapia ormonale aggiuntiva una volta al giorno ( 1 mg di Estradiolo e 0-5 mg di Noretisterone acetato ), 200 mg di Linzagolix al giorno da solo, oppure 200 mg di Linzagolix al giorno con terapia ormonale aggiuntiva una volta al giorno ( 1 mg di Estradiolo e 0.5 mg di Noretisterone acetato ).

L'endpoint primario era una risposta ( perdita di sangue mestruale inferiore o uguale a 80 ml e riduzione del 50% o superiore rispetto al basale ) a 24 settimane nelle donne che avevano ricevuto almeno una dose di trattamento e non soddisfacevano alcun criterio di esclusione basato sulle valutazioni predosaggio.

Tra il 2017 e il 2020, in PRIMROSE 1 sono state arruolate 574 donne, di cui 48 hanno sospeso e 15 sono state escluse; pertanto, 511 donne sono state incluse nel set di analisi completo; e in PRIMROSE 2 sono state arruolate 535 donne, di cui 24 non hanno ricevuto il farmaco in studio e 10 sono state escluse dallo studio, con il risultato che 501 donne sono state incluse nel set di analisi completo.

In entrambi gli studi, una percentuale significativamente maggiore di donne ha avuto una riduzione del sanguinamento mestruale intenso in tutti i gruppi di trattamento con Linzagolix, con o senza terapia aggiuntiva, rispetto al gruppo placebo ( P minore o uguale a 0.003 ).

In PRIMROSE 1, i tassi di risposta sono stati del 56.4% nel gruppo 100 mg, 66.4% nel gruppo 100 mg più terapia aggiuntiva, 71.4% nel gruppo 200 mg, e 75.5% nel gruppo 200 mg più terapia aggiuntiva, rispetto al 35.0% nel gruppo placebo.

In PRIMROSE 2, i tassi di risposta sono stati del 56.7% nel gruppo 100 mg, 77.2% nel gruppo 100 mg più terapia aggiuntiva, 77.7% nel gruppo 200 mg e 93.9% nel gruppo 200 mg più terapia aggiuntiva, rispetto al 29.4% con il placebo.

Gli eventi avversi più comuni fino a 24 settimane sono state le vampate di calore ( 35% delle partecipanti a PRIMROSE 1 e 32% delle partecipanti a PRIMROSE 2 con Linzagolix 200 mg da solo e 3-14% in tutti gli altri gruppi ).

Linzagolix 100 mg o 200 mg con o senza terapia aggiuntiva ha ridotto significativamente il sanguinamento mestruale pesante.
La soppressione parziale con Linzagolix 100 mg una volta al giorno senza terapia aggiuntiva fornisce potenzialmente un'opzione unica per il trattamento cronico dei fibromi uterini sintomatici nelle donne che non possono o non vogliono assumere concomitante terapia ormonale aggiuntiva. ( Xagena2022 )

Donnez J et al, Lancet 2022; 400: 896-907

Gyne2022 Farma2022



Indietro